Ultime miglia per Zambelli. Ultima notte per gli altri?

by / 1 Comment / 331 View / 5 maggio 2015

Ultime miglia per Michele Zambelli e il suo prototipo Illumia 788 che ha doppiato Capo Carbonara prima del tramonto e fa rotta verso Cagliari che dovrebbe raggiungere, come dal copione indicato dai più ottimisti dei routage, in 3 giorni e mezzo di navigazione. Una regata impeccabile la sua, ci torneremo.

Nel nostro post di ieri, speravamo che la flotta non avrebbe dovuto affrontare un’altra notte di bonaccia. E’ stato tutto il contrario: 20, 25, 30 nodi, sempre nel naso e con mare formato. Un altro giro di giostra quindi. E non è finita qui. Nel primo pomeriggio il vento è di nuovo sparito. Si è messo a girare da tutte le parti con un mare vecchio fastidiosissimo. Ed è così che dal Grampus abbiamo incontrato Tortuga con Andrea Iacopini appoggiato al boma per fare portare la randa, Tommaso Stella al timone sotto Code 0 a cercare di guadagnare miglia, metri verso il traguardo. Ed è stato così probabilmente per tutti gli inseguitori. Soprattutto cercare di non fermarsi.

E già. Grande la Sardegna. Duro, incostante, capriccioso questo mare: è per questo che le regata d’altura sono toste in Mediterraneo. Cagliari si merita, e tutti i Ministi si saranno meritati una buona birra, un pasto decente e una doccia all’arrivo. Questo è poco ma sicuro.
Le previsioni meteo parlano dell’entrata di un vento da Nord creato da una piccola depressione a Est dell’angolo sudorientale della Sardegna, Capo Carbonara. Questa potrebbe essere l’ultima notte di regata per un arrivo in 4 giorni e mezzo come indicato prima della partenza dalle proiezioni più pessimistiche. D’obbligo, come sempre, l’uso del condizionale.

One Comment

  1. […] Ultime miglia per Zambelli. Ultima notte per gli altri? […]

Comments are closed.